Seo Guru

Webdesign e motori di ricerca: consigli vecchi come il mondo

WebDesign SEO

“Content is King!”

Se si desidera che un sito web cresca bene, assicurandosi back-link da utenti e blogger e benevolenza da parte dei motori di ricerca, è bene assicurarsi di renderlo ben leggibile per entrambi. I search engines servono per dare alla gente dei risultati ‘di qualità’. Pertanto sono permanentemente alla ricerca di siti con contenuti di un certo spessore o interesse. Così – con la costruzione dei contenuti del sito mirati ad intrattenere e interessare le persone – si stanno parallelamente creando le basi per un buon rapporto tra il proprio sito e i motori di ricerca.

Quando si crea un nuovo sito web o si formula il restyling di un sito esistente ci sono alcune regole critiche che devono essere seguite per rendere il sito efficace, funzionale e ‘benvoluto’ dai motori di ricerca.

Si tratta di regole auree vecchie come il mondo per i webdesigner seo-oriented, e anche se internet cambia alla velocità della luce rimangono sempre valide, oggi più di ieri.

Facile da leggere

Quando si costruisce un sito web, la prima cosa che dovete essere certi è che sia di facile lettura. Quando si scrive il contenuto si deve ricordare che la maggior parte dei visitatori del sito web non legge ogni singola parola di una determinata pagina – ma anzi molto spesso vengono scrollate le pagine per trovare rapidamente l’informazione che aveva determinato la prima ricerca sui SE.

Dividi il tuo contenuto
Fraziona le tue pagine e utilizza le intestazioni, così la gente potrà scorrere rapidamente le sezioni del tuo sito per trovare quello che cerca. Utilizzare intestazioni significative aiuta anche dal punto di vista SEO, ovviamente. Le comuni norme della ‘buona scrittura’ bastano e avanzano per ‘ottimizzare’ i tuoi testi, in definitiva.

Colore e font
Per aiutare la leggibilità può essere sensato l’utilizzo dei colori ad alto contrasto tra il carattere e lo sfondo. Il testo nero su sfondo bianco può sembrare banale, ma è molto leggibile.
I font più semplici sono probabilmente i migliori dal momento che molti browser supportano solo un set standard di caratteri. In realtà non esiste un vero e proprio standard, ma ci sono alcuni font che sono installati sulla maggior parte dei browser. Questi includono Arial, Verdana, Tahoma e Times New Roman. I tuoi lettori vedranno probabilmente qualcosa di diverso da quello che vedi tu, se provi ad utilizzare tipi di font particolarmente rari.

Occhio ai browser durante lo sviluppo
Nella fase di sviluppo e test del sito è meglio utilizzare un browser come FireFox. Se si sviluppa il sito per essere conformi agli standard, cioè un sito che dovrà funzionare nella maggior parte dei browser, tra cui Internet Explorer (IE), si raccomanda di testarlo utilizzando le ultime versioni dei vari browser e anche le vecchie versioni di IE (IE6 e IE7). Online si possono trovare diverse applicazioni in grado di aiutarci per questo genere di test.

Le parole chiave
Naturalmente, durante la scrittura di contenuti, il testo non solo dovrebbe essere formattato per essere leggibile, ma deve essere anche interessante e di immediata comprensione per tutti; e non solo per le persone, ma anche per i motori di ricerca.
E’ inoltre molto importante formulare un tag title in grado di richiamare inequivocabilmente i contenuti di ogni singola pagina: ma non vi consiglio di produrvi in assurdi giochi semantico-sintattici allo scopo di rimpinzare di keywords i vostri testi.
La keyword density è una stronzata colossale, dal momento che viene espressa in percentuali e attraverso freddi parametri matematici.
Scrivete testi ottimi per le persone in carne ed ossa, piuttosto; se il vostro vocabolario è realmente in grado di ‘comunicare’ al meglio un determinato concetto non avete bisogno di contare quante volte avete utilizzato una determinata keyword in una pagina, semplicemente l’algoritmo riconoscerà il taglio della vostra scrittura e saprà distinguere la fuffa da un testo scritto da qualcuno ‘realmente competente’ per il determinato argomento su cui si focalizza il vostro documento web.
Oltre al comune Zingarelli – tanto per dire – considerate l’esistenza del ‘dizionario dei sinonimi e contrari’, se possibile.

Ottimizzazione di un sito web

Semplificare la navigazione

I menu e dei collegamenti compongono la navigazione che il visitatore utilizza per passare da una pagina all’altra di un sito. Pianificare un sito significa anche prevedere come la gente passerà da una sezione all’altra. Un visitatore deve essere in grado di raggiungere quello che cerca entro i primi tre clic del mouse, a partire dalla home page del sito. Questa è una regola veramente ripetuta in tutti gli angoli del web, eppure ancora molto difficile da ‘rispettare’, a quanto pare.

Creare diverse ‘zone’ dedicate alla navigazione rende più facile il processo di fluidificazione del traffico all’interno del vostro sito web. Ripetere il menu in alto e in basso può essere una buona idea, a volte. O anche aggiungere un menù in una sidebar, a sinistra o a destra del vostro contenuto.

L’utilizzo dei link all’interno del testo è un buon modo per traghettare visitatori in altre aree del sito. È possibile inoltre creare link in modo che siano funzionali anche per i search engines: evitare il tipico ‘clicca qui’ in favore di un anchor text in qualche modo significativo potrebbe favorire il posizionamento delle vostre pagine, per esempio

Design coerente

Probabilmente su questo punto il sottoscritto è abbastanza deboluccio, si potrebbe facilmente replicare. Non di meno occorre aver presente che il layout di un sito CONTA MOLTO dal punto di vista della ‘esperienza di navigazione’ che si offre all’utente/visitatore.

Se possibile – se avete senso estetico o se potete consultare il parere di un grafico – dovreste spendere del tempo per migliorare la coerenza generale dei vari elementi inseriti nei vostri layouts.

Gadget, disposizione dei menù, immagini ed elementi grafici. In realtà TUTTO dovrebbe essere curato pensando all’utente finale. Se un sito è piacevole da visitare e da navigare per una persona in carne ed ossa ci sono buone possibilità che lo sia anche per uno spider: anche se quest’ultimo non apprezzerà mai veramente gli sforzi artistici del vostro grafico di fiducia.

Pagine leggere

Il peso di una pagina è la dimensione totale di una pagina del tuo sito espressa in byte – codice, testo e immagini. Il peso del tuo sito conta molto per i visitatori. Più una pagina è leggera è meglio è per i tuoi lettori, perché i tempi di download saranno più veloci e la navigazione sembrerà fluida ed immediata.
Non occorre creare allarmismo sull’onda del nuovo Google Caffeine, come vado ripetendo in giro per i forum seo nelle ultime settimane.
Basta non servire pagine pesanti, anche in considerazione del fatto che moltissimi visitatori potrebbero non avere connessioni e terminali ‘efficienti’ al 100%, e totalmente ‘al passo con i tempi’.

La vostra super banda e la vostra super RAM non sono dei test affidabili, tentate di servirvi di applicazioni online per misurare i tempi di caricamento del vostro sito.

In buona sostanza…

Internet ha una storia brevissima e pertanto è perfettamente normale che l’ambiente degli ‘addetti ai lavori’ – a vari livelli – sia sensibile alle piccole e grandi innovazioni che di anno in anno ‘conquistano la scena’ e invadono le discussioni, generando di volta in volta polemiche, rivelazioni posticce, super-esperti e nuovi ‘guru’, praticamente ad ogni battito di ciglia.

L’esplosione dei social networks e l’attenzione per la ricerca delle informazioni ‘in tempo reale’ ha investito – giustamente – seo e webdesigners in tutto il mondo: eppure il 90 per cento dei suggerimenti che mi trovo a scrivere ora non sono poi tanto dissimili da quelli che si sarebbero potuti leggere alcuni anni fa.

Come se nulla fosse effettivamente cambiato.

Ed è così, se volete.

Eppure si tratta di ‘tips’ di fondamentale importanza – e molto spesso disattesi in ogni caso, in barba ad ogni buon senso.

Mi scuseranno quindi i webmaster più aggiornati e intelligenti, spero. Mi auguro potranno perdonarmi anche gli amici seo che non hanno trovato nulla di ‘significativamente nuovo’ in questo post.

Ma queste semplici ‘regole fondamentali’ del webdesign le ho scritte qui per me stesso, che rimangano a monito delle mie imperdonabili imperfezioni come ‘smanettone/realizzatore di siti‘; anche perchè questi miei limiti inevitabilmente inficiano anche le mie pur non del tutto pessime doti di ‘editore/organizzatore’ di contenuti testuali.

E i difetti del presente sito – anche dopo la recentissima e profonda ristrutturazione che ha subito – sono tutti qui a sottolinearlo, sotto gli occhi di tutti, come si dice, Google e compagnia bella compresi.

Ma finchè il critico più severo è il sottoscritto, beh ci saranno sempre margini di crescita e di apprendimento, su cui lavorare nel corso del tempo.

Buona navigazione nella nuova versione di SeoGuru.it.

Spero di aver migliorato – seppur impercettibilmente – quell’accozzaglia di software e di sezioni che costituiva prima quella sorta di labirintico miscuglio di layout e colori radunati sotto questo dominio.

C’è ancora moltissimo da fare, evidentemente…

Ciao

SEO Web Designer



Discussione

  •     Emanuele   -  

    Concordo con i consigli 🙂

    Intanto complimenti per il sito (in tutte le sue forme e sezioni). Volevo darti soltanto qualche consiglio riguardo alla grafica (dovesse mai interessarti).

    Intanto ti segnalo che il bannerino seoblog in alto a destra sfora dal template (io sono su chrome). Riguardo al resto, diciamo che è un po’ vecchio stile nel senso che l’interfaccia è realizzata solo con div anziché immagini.. se vuoi prendere spunto riguardo ad un genere che potresti adottare ti consiglio di guardare su bloggerbuster, dove viene utilizzata un’interfaccia semplice ma molto efficace. Bisognerebbe sistemare un po’ le sidebar e delimitare meglio le sezioni in modo da non affaticare la vista o allontanare l’attenzione..

    scusami per consigli che magari non ti interessano o scocciano, in ogni caso sappi che te li faccio in buona fede e non per criticare 🙂 Ciao e buona serata!

  •     Seo Guru   -  

    Ciao Emanuele e grazie per i consigli.

    Si, riscontro che con Chrome c’è un disallineamento – ma a dirti la verità non ho ancora provveduto a fare i test su Chrome e Safari….

    🙂

    Tieni in considerazione che io non sono un grafico e il mio grafico ufficiale non mette le mani su questo dominio… pertanto di schifezze ce ne sono parecchie.

    Anzi… capiti in un buon periodo. Nel senso che almeno ora (da pochi mesi) sono riuscito ad uniformare quasi tutte le sezioni su un unico template.

    Prima il sito era un’accozzaglia colossale di cms e di layout etc etc.

    Insomma, consideralo come un cantiere sempre aperto, almeno dal punto di vista grafico.

    Quindi tutti i consigli sono benvenuti e presi in serissima considerazione.

    Poi la mia personale pigrizia e il mio pessimo gusto fanno comunque il resto…

    😀

  •     Emanuele   -  

    ahah capisco 😀 Cmq confesso di esserci capitato diverse volte poi me ne andavo perchè pensavo fosse un sito vecchio 😛
    invece ora vedo che è ancora valido ed in attività 🙂 Cmq quando avrai voglia, anche solo di riadattare un template già pronto, vedrai che boom avranno le visite e soprattutto i ritorni.. semmai senza grandi cambiamenti potresti giusto sistemare i banner del titolo e usare il grassetto anzichè le sottolineature nei post 😀 Ps gestisci tutto da solo? Da quanto hai creato seoguru? Scusa la curiosità ^^

  •     Emanuele   -  

    ps dato che sei del settore dovrei chiederti un parere: mi son da poco iscritto alla directory fai informazione. Nonstante là siano solo i miei feed parziali, il mio unico articolo pubblicato su google risulta annientato e scompare addirittura nei risultati omessi.. io so che la directory ha PR più alto, però l’articolo è stato pubblicato prima sul mio sito e vi rimanda seppure nofollow.. dici che iscrivendosi ad altre directory la situazione possa migliorare essendo più link all’articolo originale? fai.informazione è affidabile? grazie in anticipo..

  •     Seo Guru   -  

    🙂

    1 – Sembrava e sembra un sito ‘vecchio’, questo l’ho sempre pensato anch’io.
    2 – il sito è comunque in frenetica attività. Ogni giorno vengono segnalati 30-40 link (ma ne approvo il 60%), ogni giorno vengono pubblicati 10/20 nuovi articoli nel circuito di article marketing (che è proprio bruttissimo e ‘antico’… ma funziona però…). E da nemmeno un anno abbiamo anche l’aggregatore, che di pagine al giorno ne lavora parecchie – MA IL MIO VANTO è che si tratta UNICAMENTE di fonti iscritte volontariamente, e di un minimo di qualità.

    3 – i banner hai proprio ragione… ma sono nati provvisori, è chiaro che aspetto il giorno per mettercene uno vero… o almeno, un po’ meglio. 🙂

    4 – su grassetto e sottolineature hai di nuovo ragione. Rende male il sottolineato. Mea culpa.

    5 – Si, su questo sito metto le mani solo io. Sono consulente per due agenzie, una a Roma e una a Milano, entrambe hanno ottimi grafici. Ma io con questo sito devo lavorarci quindi non ho ancora messo in croce nessuno di loro per fare alcunchè. Magari se leggono qui si muoveranno a compassione per farmi un bannerino o una testata… speriamo. 🙂

    6 – il sito è online dal dicembre 2007.

    Anyway, al di là delle apparenze. Questo sito ha una quantità di traffico e dei posizionamenti … ahem… decisamente sopra la media, anche se fa schifo esteticamente.

    Il motivo per cui ogni giorno decine di marketers e di seo lo frequentano – per linkare i loro clienti – è molto distante da tutte queste considerazioni per cui continuo a ringraziarti.

    E ti ringrazio davvero, anche per lo stimolo. Perchè poi è anche vero che il calzolaio va in giro con le scarpe bucate.

    🙂

    Mentre invece mi piacerebbe migliorare anche le mie capacità di ‘grafico’, se non altro per rendere questo sito meno ‘vecchio’, al di là del traffico.

  •     Emanuele   -  

    Sisi ho notato infatti che godi di ottimo traffico 🙂 Infatti i consigli eran per dire “se hai tante visite così, figuriamoci se..” 🙂

  •     Seo Guru   -  

    Ehhh ma infatti nei ritagli di tempo cerco di attrezzarmi.
    Per esempio: nella vita uso firefox e non essendo un designer mi sono sempre regolato su quello.

    Ultimamente ho dovuto coadiuvare un grafico per un cliente.

    Per una serie di diavolerie da CSS ho dovuto – anche se ne avrei fatto a meno – istallarmi tutti i browser più comuni, compreso safari e chrome, appunto.

    E ora infatti notavo le magagnette come quella che mi hai citato tu.

    Il fatto è che si tratta comunque di modificare diverse installazioni, quindi le modifiche che vado facendo sono ‘pezzo per pezzo’.

    Questo template è stato scelto perchè era fatto con pochissime righe di codice, quindi pronto per tutte le varie aggiunte.

    Potrei anche cambiarlo di nuovo, ma dovrei comunquee scegliere qualcosa che possa calzare sui vari cms.

    Attualmente ho:
    3 wordpress;
    1 moonmoon (lifestream)
    2 pagine php indipendenti.

    Tutte con questo template.

    La directory è una esyndicat e il circuito di comunicati è un ArticcleMs… ed entrambi quanto a template c’è poco da uniformare, sono cms vecchi e la gente lo sa.

    Ma finchè funzionano vanno benissimo così, ovviamente.

    Magari un domani passo a wordpress pure il circuito di AM – CS, e allora ok.

    In realtà è che mi capita di perdere tempo sui gadget o sui giocarelli vari e mi scordo dei banneracci messi a tampone… questo sì… è ridicolo, i know.

    🙂

  •     Emanuele   -  

    Wow noto con piacere che hai cambiato il logo! Ora ti assicuro che fa tutta un altra figura 🙂 Ancora qualche ritocchino alla barra di navigazione in alto ed ai colori dell’adsense più grande e l’aria di sito vecchio è finalmente svanita 😉

  •     Seo Guru   -  

    😀

    Ciao Emanuele ti ringrazio, soprattutto per lo stimolo e per la sincerità.

    Si, ogni tanto faccio qualche piccola miglioria – ma sempre mio malgrado.

    Il bannerone adsense è bruttino in effetti… è che ci sono quasi affezionato. Ma lo cambierò, hai ragione anche qui.

    🙂

  •     CARMELO   -  

    Salve Guru… noto che la directory non funziona, almeno il mio sito non lo trovo, se non nella cache di Google… nel momento in cui avevo deciso di lanciare un link a questo sito?

    Anche se i miei non sono semplici collegamenti, il mio sito é strutturato a frames (mi ritengo un guru anch’io in questo tipo di strutture) io integro siti web, non è un semplice link target=blank.

    Forse renderò meglio l’idea quando lo vedrai…

    Ma per restare in tema di graphic-design lato SEO posso consigliare il mio browser preferito: OPERA!

    Non c’è Chrome, nè Firefox, nè Safari che tenga il confronto con OPERA se parliamo di sviluppare un sito internet o directories!

    Opera non solo è un browser piú leggero del mondo, ma il piú completo, in grado di cambiare fogli di stile in un attimo, toglierli, modificare il layout, il contrasto, la risoluzione, visualizzare il numero di elementi, il peso in KB, l’eseguibilitá di codice javascript, la validazione w3c e lo small-screen-rendering, cioè la riduzione video a colonna singola.

    Io oggi mi ritengo anche un SeoWebmaster.IT ma lo sono diventato facendo siti web USER-FRIENDLY (pensando agli utenti) e fregandomene di GOOGLE fin dall’inizio!

    Ho scoperto in seguito che i miei siti erano anche SEO-FRIENDLY nonostante l’uso di frames, iframes, popup, etc. cioè tecniche si dice in giro penalizzanti ?

    Non è affatto vero! Se progettiamo un interfaccia grafica, pensando agli utenti, non a Google, ma cmq rispettanto regole basilari, nei meta-tag, anchor-text, sitemap, ect. non c’è motivo di mancare la SERP del nostro target!

    Tra le varie versioni di OPERA consiglio la 9.64 anche se ormai la versione 11 o 12 è l’ultima rilasciata.

    Questo perchè è l’ultima versione con l’opzione = visualizza a schermo ridotto, molto utile per capire come un sito è visualizzato da cellulare.

    Non ti arrendere Guru diventerai presto anche tu un bravo web-designer… usando gli strumenti piú adatti per questo tipo di lavoro!

    PS: stò postando qui da un nokia 6680 con Opera-Mini.

  •     Seo Guru   -  

    Ciao Carmelo e benvenuto.

    Dunque sì, la directory è in fase di ripristino, dopo una profonda revisione degli elenchi e un cambiamento del software.

    Ma non ti devi preoccupare per la tua recensione!!

    Semplicemente il roll out sta seguendo una sua metrica, per motivi che puoi ben immaginare… puoi stare certo che i vari link torneranno tutti al loro posto, eccetto naturalmente quelli rotti, doppi etc.

    Volevo scrivere anche due righe per spiegare la cosa, forse avrei fatto meglio… ma d’altra parte devo anche lavorare ogni tanto, e tutto il baraccone qui porta via molto tempo anche senza la directory.

    Comunque – per chiudere su questo – la revisione degli indici e il roll out della nuova versione della directory è stato pianificato seguendo una logica conveniente per gli iscritti, e ti assicuro che l’idea è quella di ripristinare il servizio in modo pieno e completo il più velocemente possibile.

    Rispetto al tuo caso pertanto il tuo sito non è stato escluso o cose del genere, semplicemente il ripristino di quel settore della directory è stato schedulato dopo altri e ancora non è nemmeno iniziato.

    Man mano che vengono ripristinati gli elenchi aggiungiamo anche i dovuti 301, se era questo che ti chiedevi.

    Ma con questo non voglio dire che riusciremo ad esercitare i 301 per tutto il pregresso, anche perchè non posso pubblicare un foglio htaccess troppo pesante, e d’altra parte il cambio di struttura è tale per cui non me la cavo con due regolette di riscrittura.

    Tieni conto che si tratta di 8000 link e che le vecchie url generate da Esyndicat non erano esattamente schematiche.

    Per non parlare del fatto che con l’occasione saranno aperte nuove sezioni, spostati link finiti fuori posto etc etc.

    Insomma, sul piano seo il ripristino sarà gestito accuratamente ma seguendo tempistiche non proprio immediate o repentine (ma comunque il rollout sta procedendo velocemente).

    ——

    Rispetto a tutto il tuo discorso quindi spero che tu abbia capito che non c’è nessun nesso tra i tuoi punti di vista e l’assenza – temporanea – del tuo sito dalla mia directory.

    Se era stato approvato evidentemente andava più che bene, pertanto tornerà insieme a quelli della sua categoria, a tempo debito.

    Se vuoi un parere specifico su Opera… non so che dirti in particolare.

    Sicuramente è un ottimo browser, ma è anche vero che è molto utile navigare/controllare i layout con i browser più utilizzati, se non altro per rendersi conto di cosa vedono gli altri.

    Sugli iframes… beh, sicuramente ci sono accorgimenti per ottimizzarli pur restando entro i limiti della correttezza, ma probabilmente mi sfugge la particolare struttura a cui ti riferisci.

    Devo dirti che nella costruzione di siti l’utilità di inserire un iframes – in generale – oggi mi sembra limitata a casi ed oggetti particolari.

    Poi magari mi sbaglio.

    🙂

  •     Seo Guru   -  

    E scusa per il ritardo della risposta, come vedi non ho nemmeno il tempo per passare a controllare che succede sul mio blog!!!

    😉

  •     CARMELO   -  

    LETTO! Stai proprio incasinato ho capito…

    non limitarti soltanto ai redirect in php 301 o .htaccess
    metti anche dei meta tag = canonical eventualmente
    usa anche il robots.txt come se fosse una sitemap.xml
    (inserisci gli url = http:// nel file robots.txt)
    poi valuta anche dei meta-tags refresh=0 ma settati ma attenzione settati a 0 secondi (google non li penalizza) serve a modificare la cache e far vedere su Google instant l’anteprima delle nuove URL

    per tutto io userò forse 10 browser desktop e altrettanti mobile
    se dico che OPERA è migliore, lo dico per dei motivi.

    bye-bye

  •     CARMELO   -  

    ora che ci penso – col senno di poi – stò dando consigli SEO al guru… meta tag, sitemap, robots, ect. mi rendo conto di aver sbagliato tema… finche si tratta di xhtml, css, javascript, frames, etc. ho sicuramente ho una preparazione tecnica superiore… ma avendo ho toccato l’argomento SEO, forse devo fare un passo indietro.

  •     Seo Guru   -  

    Carmelo, tranquillo, ‘guru’ è solo una provocazione.

    Certamente in questo portale vengono utilizzate molte delle cose che hai menzionato…
    … ma questo non significa nemmeno che il tutto sia completamente ottimizzato, al cento per cento e in ogni fattore.

    Alcuni dei canali ospitati sono molto grandi, altri utilizzano cms scarsamente seo friendly…. e per via dei miei svariati impegni il ‘cantiere’ è sempre in via di perfezionamento, anche se naturalmente devo seguire il tutto nel tempo libero (nel tempo ‘di lavoro’ devo seguire e ottimizzare i siti dei clienti).

    Insomma, questo sito certamente non è da prendersi a modello, e tu puoi permetterti i consigli che credi, senza problemi.

    Poi il fatto che io non abbia il tempo per curare tutto come vorrei, beh, è un altro paio di maniche.

    In ogni caso moltissime cose che faccio su siti piccoli o semplici blog, non posso farle in alcune grosse installazioni, per ragioni di consumo eccessivo delle risorse hardware.

    Ho appena trasferito il tutto su un server più potente, ma si tratta comunque di un comune server dedicato; insomma, i seo devono anche fare delle scelte per scendere a patti con l’hardware e soprattutto con le dimensioni di un determinato sito.

    Oltre che con il proprio tempo, che è sempre abbastanza scarso.

    Comunque la nuova infrastruttura ha garantito un risparmio di diversi secondi nel caricamento su tutte le installazioni del portale.

    Il mio attuale sforzo in termini seo su questo sito era ed è quello di rendere fruibili i vari servizi senza rallentamenti eccessivi.

    Le altre centomila importanti operazioni di rifinimento sono e vengono curate costantemente, ma spesso le priorità non sono esattamente quelle che si potrebbero applicare ad un sito ‘normale’ o ad un comune blog.

    Comprendo le tue perplessità, quindi, ma ti giuro che al netto di tutti i miei sforzi si tenta comunque di offrire il ‘meglio possibile’, ai visitatori, a Google, agli utenti dei vari canali.

    Torna pure quando vuoi, sei il benvenuto.

    🙂

Aggiungi un commento