Seo Guru

Il Twit Roll è il Twitter gadget per il blogger che cinguetta

Ok, ho aggiunto l’ennesimo aggeggio di connessione sulla mia home page. La cosa più grave è che non si tratta del solito badge pronto, di quelli che comunemente circolano sui vari blog – e legati ad XXX networks di ogni specie o natura.

Drammaticamente si tratta di un obbrobrio ‘fatto in casa’, che purtroppo si è adattato pure sulla sidebar del blog, proprio come se fosse un plugin di WordPress – e lo è, a tutti gli effetti.

Rollo

Ma prima di tesserne, eventualmente, le lodi, voglio citare e ringraziare i geni senza i quali questo ennesimo twitter badge non sarebbe nemmeno lontanamente venuto alla luce.

Grazie a loro fare il Twitt Roll è stato uno scherzo; tutti quelli che eventualmente proveranno a scaricarlo,   modificarlo e renderlo graficamente più appetibile – per esempio – devono sapere che il mio è stato solo uno dei tanti passaggi intermedi dei progetti che passano per la galassia dell’open source. E se non è stato il primo, mi auguro che non sia nemmeno l’ultimo, tutto sommato.

Smile

Il file più importante per questo badge è stato fatto da Justin Poliey, un giovane sviluppatore del New Jersey (USA).

Justin è ‘padre’ di  twitter.lib.php, file che rende possibile interrogare le Twitter API molto facilmente, senza stare troppo a dannarsi l’anima.

Fra l’altro l’avevo già usato, ora che ci faccio caso, per montare il follower-counter che campeggia sotto l”uccellino che ho messo in Home Page qualche settimana fa.

Beh, ora ve lo indico meglio questo file, se mai dovesse tornarvi utile per qualche motivo. Si tratta di twitter.lib.php.

In secondo luogo voglio ringraziare Woork, un ingegnere italiano che vive a Roma, come me.

Succede che ieri stavo leggendo il suo (vecchio) blog, dove ero capitato mentre cercavo dell’altro, ovviamente, come capita sempre. Ad un certo punto mi è venuto in mente di fare l’aggeggio che avete visto sopra, con la malsana idea, fra l’altro, che magari potesse perfino interessare a qualcun altro.

Il Twit Roll, appunto.

Ginghettone

Woork ha postato un mesetto fa un interessantissimo tutorial che spiega come giocare con il file di Justin Poliey – e con le Twitter API quindi.
Dico subito che con il suo tutorial si possono fare cose anche molto meno ‘frivole’ del Twit Roll, anche se non si conoscono troppo bene i ‘trucchi del mestiere’: quindi mi auguro che altri faranno di quel post un uso ancor più creativo del mio, tutto sommato. Soprattutto mi sembrano interessanti tutti gli esperimenti e le librerie che si trovano frugando tra le cianfrusaglie Xml sparse per la rete: il web è sempre più popolato di applicazioni sociali dalle più svariate forme e dimensioni, in un florilegio di colori e flussi rss.

icon_smile

Dopo essermi divertito, da profano, con una serie di applicazioni legate ai feed, ed essendo abbastanza entusiasta di alcune tra le maggiori piattaforme di microblogging, avevo proprio voglia di approfondire il discorso sulle Twitter API e sul loro eventuale utilizzo ‘creativo’. Mentre vagavo per il wiki ufficiale delle Twitter API mi sono imbattuto in molte altre librerie stimolanti, come per esempio quelle che permettono l’autenticazione oAuth (open protocol Authentication), ora disponibile anche per Twitter.

Ma insomma, se qualcuno ha voglia di sperimentare i post come quello di Woork sono sempre un ottimo punto di partenza, di questi tempi.

Dopo averlo letto ho pensato di poter fare qualcosa di divertente appoggiandomi al suo formidabile esempio, aggiungendo magari un po’ della mia malizia e di quell’attitudine tutta ‘virale’ che è comunque necessaria per un link builder di medi livelli. E tentare, magari, di offrire un’interpretazione originale – nel mio piccolo – tra le possibili varietà di applicazioni che si potrebbero e si possono congegnare usando le API di Twitter.

In questo modo è nato il Twit Roll.

E’ un badge basato su Twitter che puoi mettere nella sidebar del tuo blog, vicino al tuo normale blogroll.
Il Twit Roll mostra le ultime 20 persone che ti hanno citato in un tweet, e linka i loro profili su Twitter o i loro siti web personali – per il momento ci sono 3 varietà diverse di Twit Roll a disposizione.

Oltre al Box che vedete qualche riga sopra c’è la versione stile sidebar che trovate qui sulla destra, sempre nella variante ‘Avatar’. C’è anche una sidebar con semplici link testuali, molto interessante perchè linka i siti inseriti nel profilo dei tuoi ultimi 20 interlocutori.

Tutte le versioni del Twit Roll hanno infatti questi maliziosissimi tooltip che indicano il numero di follower di ciascuno degli ultimi 20 twitterers che ti hanno nominato.

Cosa particolarmente ‘addictive’, a mio modo di vedere, per tutti quelli che hanno la mania del ‘confronto’ e per i malati delle varie classifiche di popolarità: sapendo che siamo in molti credo che questo sia un modo divertente per confrontare i tuoi contatti su Twitter e sbirciare – nel pieno della riservatezza e della comodità del tuo blog personale, a portata di sidebar – quanta gente ascolta le twittate del tuo amichetto che ti prende per il culo su Twitter o dello spammer che prova a venderti l’ennesimo MultiLevelMarketing per fare ‘sti benedetti 100 mila euro in 25 giorni.

Smile

Avere un colpo d’occhio immediato dell’influenza – e forse del target – che una determinata twittata che ti coinvolge può aver avuto, in tempo reale e senza andare a sbattersi su tutti i profili di Twitter di questo mondo.

Applausi

Ma ovviamente molto dipende dall’uso che si fa di Twitter stesso, o dalla predisposizione d’animo con la quale si affronta la giornata, per esempio.

Il Twit Roll si può usare per dire ‘Grazie’ alle persone che stanno cinguettando con te, coinvolgendoti nel più generale e ampio mainstream della twittersphera planetaria.
D’altraparte, lo si può usare anche per incoraggiare la gente a citarti nel suo Twitter stream, migliorando sensibilmente la tua visibilità e dandoti in cambio un po’ di lettori Twitter-generated per il tuo blog, forse.

A dire la verità, e per dirla tutta, potete considerare benissimo il Twit Roll come ‘un altro Twitter badge per smanettoni‘, e niente di più.

Smile

Ciao!!!

Twitter



Discussione

  •     Seo Guru   -  

    Il TwitRoll è stato dismesso e non è più disponibile per il download.
    Il motivo è che nell’estate 2010 Twitter ha reso indisponibile la Basic Auth per la connessione con le API, attraverso cui il gadget richiamava i dati Twitter del singolo utente/utilizzatore.

    Sarebbe stato necessario convertire il badge alla nuova oAuth… cosa che comunque avrebbe ‘complicato’ la configurazione del gadget stesso per l’utilizzatore finale, che sarebbe stato costretto a registrare una propria apps presso Twitter per ottenere la propria chiave API e tutte le chiavi di accesso necessarie…

    Insomma, mi è sembrata una complicazione eccessiva per quello che era un semplice badge come ce ne sono già tanti, per Twitter.

    Come se non bastasse sono molto pigro.

    E del resto sono sicuro che nessuno sentirà la mancanza del TwitRoll.

    🙂

Aggiungi un commento