Seo Guru

Flussi di traffico in tempo reale: il nuovo Google Trends

Google ha aggiornato Google Trends, lo strumento pubblico di analisi dei flussi di ricerca messo a disposizione dal gigante americano.

Oltre all’aggiornamento estetico e funzionale relativo al front-end di consultazione il nuovo Google Trends promette di fornire una più ricca esperienza ai propri utilizzatori.

Tra le fonti dei trend sono stati inseriti i dati di YouTube e di Google News, due tra i maggiori servizi ‘funzionanti’ di Big G.

La promessa è quella di offrire uno sguardo ‘crudo’ sulle ricerche globali; un tool, insomma, particolarmente orientato nel rintracciare i picchi di richieste in tempo reale, con una cura per il tracking cronologico che può essere davvero preziosa in fase di analisi.

D’altra parte anche la geolocalizzazione dei filtri di ricerca permette una segmentazione dei dati analitici su base nazionale e regionale, offrendo non poche suggestioni per chi avrà voglia di cimentarsi nell’utilizzo del nuovo Trends.

google trends

Ecco, forse questa la sfida più grossa.

Google Trends si offriva come tool pubblico di analisi ma non era riuscito ad imporsi più di troppo tra gli addetti ai lavori, sia nell’ambito seo che nelle digital pr, perché surclassato da altri tool di analisi e probabilmente impotente nei confronti di quel ‘web in tempo reale’ su cui i social si andavano imponendo come principali fonti di dati spendibili.

L’analisi cronologica dei flussi di ricerca è ancora di più il punto di forza su cui punta il nuovo Google Trends, e l’inclusione di Google News e Youtube non può non favorire l’adozione del tool da parte di giornalisti e content editor, sia pure per una mera consultazione episodica.

seo google trends

L’attuale interfaccia sembra essere funzionale; e i filtri storico-geografici possono fare la differenza per chi ha tempo per sperimentare ed è in grado di rifinire l’analisi al di là dei dati grezzi offerti di default.

La mia impressione è che anche il vecchio Trends fosse ingiustamente sottovalutato dai più; ma probabilmente la nuova interfaccia ha la possibilità di contribuire a rilanciarlo tra i tool di analisi, se non proprio per i marketer almeno per giornalisti e blogger a caccia di notizie in real time.



Aggiungi un commento